Info

Racconti Clandestini. Un progetto di VINZ P

I Racconti Clandestini non hanno diritto di cittadinanza nè permesso di soggiorno nei circuiti commerciali, nei salotti letterari, nella narrativa d’elite. Sono storie popolari, scritte per essere lette e diffuse il più possibile, gratuitamente!

I Racconti Clandestini sono pensati per una distribuzione extra cartacea. Cellulari, tablet, computer, blutooth, whatsapp e qualsiasi altro canale, moderno tecnologico ma anche no, possa permetterne la libera capillare e gratuita diffusione. Rinunciare ai diritti di copyright e alle royalties sulle vendite vuol dire tirarsi volutamente fuori dai circuiti commerciali. E’ una scelta, non la sola possibile. Per approfondimenti sulla questione, leggi il Manifesto!

Chi è VINZ P

vinzVincenzo VINZ P Portone è un insegnante di Matematica, riconvertito alla narrativa in età matura, dopo un’ illuminazione avvenuta sul suo cammino di Damasco.

Moglie e tre figli. Né cani, né gatti, né guinzagli. Nessuna identità nazionale (come patria il mondo intero). Equidistante da tutte le ideologie (destra, sinistra, centro). Libertario. Collettivista. Nessun talento riconosciuto, a parte quello di collezionare gaffes e figuredimmerda. Una sconfinata passione per la musica alternativa indipendente. Un solo maestro di vita, il sommo poeta GLF. Segni particolari: tutte le cicatrici di 25 anni di berlusconismo. Da ragazzo voleva fare il regista, il giornalista, lo scrittore, il batterista, il chitarrista, il critico musicale, il critico cinematografico o al massimo niente. Gli è riuscita benissimo l’ultima.

Scrivere, adesso scrive. E tanto gli basta. Nessuna voglia di diventar famoso, apparire, far presentazioni e firmacopie o rilasciare interviste. Il suo posto non è al centro. Gli piace star defilato, dove non lo si nota.
Sta invecchiando splendidamente, procedendo per sottrazione.

I vostri commenti